Licenze AAMS, come ottenerle e quali sono le limitazioni esistenti

Da quando le ludopatie sono state riconosciute come delle vere e proprie patologie in grado di causare effetti devastanti sui giocatori, le normative italiane sono diventate più severe così come il rilascio delle licenze. Non è soltanto una questione di complessità per l’ottenimento di queste licenze ma anche e sopratutto di costi.

Secondo le nuove leggi per il gioco d’azzardo,  per avere una licenza Amms è innanzitutto necessario avere una fidejussione bancaria pari almeno a 1.500.000€, il versamento iniziale invece ammonta a 350mila euro per una licenza provvisoria della validità di 3 anni con la possibilità di rinnovo.

licenze AAMSA parte questo investimento iniziale, però, i vantaggi sono notevoli in quanto si ottiene una licenza che da modo di poter promuovere la propria attività in tutto il territorio nazionale senza la paura di incorrere in problematiche legali o di farsi offuscare il sito dalla AAMS con ulteriori problemi che possono anche rivelarsi di carattere penale. Oltre a quelli elencati in breve questi sono nel dettaglio i requisiti per chi ambisce a tale remunerativa licenza:

  • costituzione in forma di società italiana di capitali (srl, spa, ecc…);
  • esercizio dell’attività di gestione di giochi in uno dei paesi della Comunità Europea con un fatturato di gioco corrispondente ad almeno 1,5 milioni di euro negli ultimi due anni;
  • possesso delle capacità gestionali e garanzie bancarie pari alla somma poc’anzi citata (1,5 milioni di euro);
  • possesso, da parte dei titolari e degli amministratori, dei requisiti di affidabilità e onestà;
  • residenza delle strutture tecnologiche in uno degli Stati membri della Comunità Europea;
  • versamento di una somma pari a 350.000 euro all’ Amministrazione Autonoma dei Monopoli di Stato per le attività relative alla gestione tecnica, amministrativa e di controllo;
  • obbligo per l’ azienda di gioco AAMS di trasmettere le informazioni, protette da privacy, riguardanti le scommesse, i prelevamenti e i versamenti eseguiti sul conto del giocatore.

Per chi ha intenzione di intraprendere questo settore il consiglio è quello di muoversi subito perché i capitali d’investimento iniziali sono destinati ad aumentare non solo in Italia ma anche negli altri Paesi dell’Unione Europea. Per quanto concerne l’ aspetto burocratico dei giocatori, vi è l’obbligo di creare un contratto tra il giocatore e il concessionario, e la precedente registrazione dei dati del giocatore nella banca dati telematica del sistema di gestione dell’AAMS.

Per tutti coloro che non opereranno secondo questi criteri sono previste delle sanzioni che vanno dalla multa (da 500 a 5000 euro) al carcere (da 3 mesi a 1 anno).

Share this post:

Recent Posts

Leave a Comment

AlphaOmega Captcha Classica  –  Enter Security Code