Trasloco: cosa fare con anticipo

Fortunatamente nella maggior parte dei casi un trasloco si prevede e si organizza con un buon margine di tempo; infatti è difficile che ad una famiglia capiti di doversi spostare nel corso di pochi giorni. Di solito si decide per tempo di cambiare casa, la si cerca e si fissa la data del trasferimento, che spesso è dopo varie settimane.

Per evitare di rendere il giorno del trasloco inutilmente frenetico e stressante molte delle operazioni coinvolte si possono svolgere con grande anticipo.

Contattare una ditta di traslochi

trasloco: cosa fareIn genere buona parte delle ditte che si occupano di traslochi possiedono un team composto da numerosi addetti ai trasporti e di un buon numero di mezzi con cui effettuare il viaggio. Per questo è spesso possibile contattare una ditta di traslochi anche all’ultimo minuto, ottenendo aiuto in un breve lasso di tempo.

Per avere maggiori possibilità però è importante contattare le ditte con buon anticipo, in modo magari da poter anche confrontare diversi preventivi, per scegliere quello migliore.

Oggi molte ditte di traslochi possiedono anche un sito internet, come ad esempio http://aztraslochi.it/, dove si possono trovare interessanti informazioni e consigli, e anche i contatti cui richiedere un preventivo. In molti casi un sopralluogo presso l’abitazione da traslocare sarà necessario per avere un preventivo più preciso.

Scatole e materiale da imballo

Tra le cose che si possono fare in anticipo c’è anche la preparazione delle scatole da trasportare. Molti degli oggetti e delle suppellettili che abbiamo in casa infatti non sono utilizzati quotidianamente, ma solo in particolari occasioni, o in alcune stagioni dell’anno.

Tutte queste cose si possono predisporre in comode scatole, non eccessivamente pesanti, ben chiuse e con tanto materiale da imballo, che evita che gli oggetti più delicati si rompano durante il viaggio.

Prima di preparare le scatole è opportuno trovare un luogo dove tenerle, che non sia in una zona di passaggio, in modo che non siano d’intralcio alla normale vita quotidiana.

Liberarsi del superfluo

Tutti noi in casa possediamo oggetti che in realtà non ci servono, o che non utilizziamo mai. Il trasloco è un’ottima occasione per liberarsi di queste cose superflue, perché altrimenti pagheremmo per trasportarle nella nuova casa, dove rischiano di svolgere lo stesso compito che hanno nella precedente: gli “acchiappa polvere”.

Una revisione di scaffali, armadi e sgabuzzini spesso permette di diminuire consistentemente le cose da spostare durante il trasloco e, a volte, consente di trovare oggetti che si possono rivendere.

Share this post:

Recent Posts

Leave a Comment

AlphaOmega Captcha Classica  –  Enter Security Code