Liquirizia in gravidanza dannosa: tra i rischi deficit attenzione e iperattività

Liquirizia in gravidanza dannosa: secondo esperti è responsabile di riduzione dello sviluppo cognitivo del feto

La liquirizia è una radice, dal sapore particolarmente aromatico, apprezzata da un numero molto elevato di persone: il suo sapore, gradevolmente amaro, è spesso reso ancora più gradevole grazie alla presenza di un dolcificante naturale, chiamato glicirrizina, che introduce in bocca un sapore molto gradevole ed aromatizzato, tipico di questa radice.

Liquirizia in gravidanza dannosaOggi, con la liquirizia si possono preparare moltissime ricette interessanti, dal liquore alla liquirizia alle caramelle – molto note, queste ultime, in Calabria, dove questa radice è particolarmente diffusa – dai biscotti all’utilizzo in cucina come aroma particolare da associare ad alcuni cibi, come le patate ed alcuni tipi di pesce. Tuttavia, gli esperti da sempre consigliano ad alcune categorie di persone – primi fra tutti, coloro che soffrono di pressione alta – di evitarne l’assunzione perché particolarmente pericolosa in quanto comporta un innalzamento della pressione sanguigna.

Ad oggi, però, il rischio riguarda anche le donne in dolce attesa, che dovrebbero prestare attenzione a questa radice, ed evitare la sua assunzione per ridurre i rischi di effetti nocivi sullo sviluppo cerebrale e cognitivo del feto: secondo una recente indagine portata avanti dagli esperti dell’Università di Helsinki, l’uso continuativo della liquirizia in gravidanza potrebbe essere responsabile di una perdita di sette punti in fatto di quoziente intellettivo. Tra gli altri rischi per la salute ed il benessere del feto, ricordiamo anche iperattività e deficit di attenzione.

 

Share this post:

Recent Posts

Leave a Comment

AlphaOmega Captcha Classica  –  Enter Security Code