Papa vieta sigarette: la decisione per dipendenti e religiosi

Papa vieta sigarette: in Vaticano non si venderanno più a dipendenti o religiosi sigarette, in quanto è una pratica che mette a rischio la salute delle persone

Papa vieta sigaretteIl fumo nuoce gravemente alla salute”. Quante volte sarà capitato di sentirlo dire, oppure di leggere questa frase – che suona più come una raccomandazione – su un pacchetto di sigarette? E quante volte, di fronte alle ennesime raccomandazioni dei medici, avremo pensato che è certamente esagerato pensare ad una cosa del genere e che non è detto che una malattia così grave possa capitare a noi?

Bene, da adesso, anche il Papa ha deciso che le sigarette fanno male e, sulla scia delle numerose raccomandazioni da sempre ricevute in merito, ha dichiarato che da questo momento in poi – anzi, in realtà a partire dall’anno che verrà, il 2018 ormai alle porte – non ci sarà alcuna vendita di sigarette in Vaticano. Ovvero, che nessun dipendente, personaggio religioso oppure diplomatico potrà acquistare sigarette in Vaticano: la decisione, importante, è stata presa perché questa è una pratica che rende possibile il danneggiamento effettivo della propria salute e di quella di chi ci sta attorno. Infatti, il fumo non nuoce solo alla propria salute ed al proprio benessere, ma anche a quello delle persone che ci stanno accanto.

Share this post:

Recent Posts

Leave a Comment