Apparizioni Medjugorje false: la parola del vescovo di Mostar

Apparizioni Medjugorje false: il vescovo di Mostar fa emergere documento importante

Sin da sempre critico e polemico, ma soprattutto diffidente, nei confronti delle apparizioni mariane che si verificano – a comando, a giorni ed orari programmati da quasi 37 anni – a Medjugorje, il vescovo di Mostar ha deciso di dare la prova schiacciante della sua verità. Una prova, che consiste in un documento, scritto nero su bianco, nel quale si evince che le apparizioni della Madonna di Medjugorje, quelle che da quasi 40 anni tengono con il fiato in sospeso milioni di pellegrini, non sono affatto autentiche.

Apparizioni Medjugorje falseSi era già espressa, seppur non ufficialmente, la Chiesa in merito alle apparizioni Medjugorje false, sostenendo che per quanto potessero essere reali le prime apparizioni della Madonna – e quindi pronunciandosi positivamente in merito all’evento sovrannaturale dei primi anni – lo stesso non si potesse comunque dire delle apparizioni successive. Lo stesso Papa Francesco ha sostenuto, anche di recente, che le persone che ogni giorno si mettono in cammino verso la meta delle apparizioni mariane nella cittadina bosniaca sono spesso vittime di un imbroglio. Adesso, però, monsignor Ratko Peric, ha deciso di scrivere, nero su bianco, che anche le prime apparizioni non si possono definire autentiche, perché il comportamento della Madonna sarebbe apparso più come un comportamento irrituale, ovvero non tipico della vera Madre di Dio.

Scandalosi e irrituali, inoltre, appaiono anche i comportamenti dei veggenti, che possono toccare, abbracciare, calpestare il velo della Madonna quasi come se fosse una persona normale, un loro parente, e non la Madre di Gesù Cristo.

Share this post:

Recent Posts

Leave a Comment