Indagini Piazza San Carlo proseguono: morta Erika Pioletti

Indagini Piazza San Carlo proseguono, ma Torino piange Erika Pioletti

Indagini Piazza San CarloTorino piange Erika Pioletti: la 38enne, di Domodossola, è infatti deceduta nella giornata di giovedì, anche se le sue condizioni – questo era abbastanza chiaro sin dall’inizio – non erano mai state buone. La donna, infatti, era stata una delle persone gravemente travolte dalla folla che si era formata – ed era immediatamente impazzita – a causa di un falso allarme: un attentato che poi, in realtà, si è rivelato una bravata.

Qualcuno, forse per scherzo – uno scherzo che è costato la vita ad Erika e che ha provocato anche il grave ferimento di moltissime persone – ha lanciato l’allarme attentato, in quella serata di divertimento in piazza San Carlo dove, attraverso un grande schermo, i fan della Juventus si erano riuniti per vedere insieme la partita in cui la loro squadra gareggiava contro il Real Madrid per la finale di Champions League.

Una bravata, forse: è questo ciò che sembra emergere dalle indagini, tutt’ora in corso, in merito a quanto accaduto quella sera, in piazza. Un fuggi fuggi generale, che ha provocato oltre 1.500 feriti: tra questi, in maniera molto grave, era stata travolta anche Erika, che però non ce l’ha fatta. Lo scoppio di un petardo? Forse. Oggi, però, rimane un’unica certezza: che in un momento critico per la situazione internazionale, è possibile che anche un giorno di divertimento si trasformi in un incubo.

Share this post:

Recent Posts

Leave a Comment