Ergastolo Sabrina e Cosima: colpevoli di aver ucciso Sarah Scazzi

Ergastolo Sabrina e Cosima: le due donne, cugina e zia di Sarah, secondo i giudici di Cassazione hanno ucciso la quindicenne di Avetrana

Come da previsioni, è stato infine confermato l’ergastolo per Sabrina Misseri e Cosima Serrano, rispettivamente cugina e zia di Sarah Scazzi, la quindicenne di Avetrana uccisa nell’agosto del 2010, barbaramente, secondo i giudici per opera proprio della cugina. Sabrina soffriva di gelosia, e forse questo è stato il movente che ha portato a quell’efferato gesto nei confronti della cuginetta, che in quel caldo pomeriggio di agosto si era recata a casa Misseri perché aveva un appuntamento con Sabrina per andare insieme al mare.

Ergastolo Sabrina e CosimaAl mare non ci andò mai, la piccola Sarah, perché quel giorno il suo cuore smise di battere per sempre. Secondo i giudici della prima sezione penale della Cassazione – che hanno proceduto alla conferma delle pene che erano state stabilite già in appello – a fermare il cuore della ragazzina furono proprio Sabrina e Cosima. Le quali vennero poi aiutate da Michele Misseri, marito di Cosima e padre di Sabrina, che decise di occuparsi personalmente dell’occultamento del cadavere e dell’inquinamento delle prove. E che infine, per salvare sua figlia e sua moglie, in un ultimo atto di folle amore, cercò di addossarsi la colpa di quell’omicidio che secondo i giudici non ha mai commesso.

Si chiude, quindi, la triste vicenda relativa alla morte della giovane ragazza di Avetrana: un omicidio sul quale hanno sempre regnato sovrani silenzi, paure e omertà.

Share this post:

Recent Posts

Leave a Comment