Ostia, bimbo al freddo chiuso in auto: arrestato il padre, giocava in una sala slot

Bimbo al freddo: arrestato il padre che lo ha chiuso in un’auto alle 4 di notte per giocare in una sala slot a Ostia

È stato arrestato l’uomo che, nella notte di sabato intorno alle 4, ha lasciato il figlio di soli 3 anni chiuso in automobile per entrare in una sala slot per giocare alle slot machine: sarebbe potuto trasformarsi in dramma, ma per fortuna è stato solo un grande spavento e tanto freddo per il piccolo che, dopo diverso tempo chiuso in automobile al freddo, è riuscito ad attirare l’attenzione dei carabinieri che si trovavano in transito.

Bimbo al freddoLa pattuglia è riuscita a spiegare al bimbo come aprire la portiera della macchina, mentre nel frattempo è stato identificato anche il papà del bambino: un uomo di 33 anni, originario di Vibo Valentia ma residente a Roma, che aveva già avuto problemi con la legge, in passato, e che in quel momento si trovava all’interno do una sala slot non molto lontana, proprio per giocare d’azzardo in una sala di Ostia

L’uomo aveva lasciato il bambino chiuso in auto, al freddo: i militari hanno tenuto compagnia al bambino in attesa che arrivasse sul posto l’ambulanza, coprendolo con le loro giacche. Per fortuna, il piccolo oggi sta bene ed è stato affidato alle cure della madre, mentre l’uomo, rintracciato immediatamente, è stato arrestato proprio mentre giocava nel locale.

Share this post:

Recent Posts

Leave a Comment