Bracconaggio: le specie prese di mira per l’avorio

Bracconaggio: non solo il rinoceronte bianco, ma anche molte altre specie sono state prese di mira a causa proprio dell’ingordigia dell’essere umano

A causa del fatto che si tratta di animali “preziosi” – sono infatti dotati di avorio – alcune specie animali rischiano l’estinzione: il bracconaggio deve essere combattuto.

BracconaggioCome dalle ultime spiacevoli cronache abbiamo recentemente avuto modo di scoprire che è morto Sudan e con lui muore quindi l’ultimo rinoceronte bianco maschio rimasto: l’animale viveva nella riserva di Ol Peyeta Conservancy in Kenya, era l’ultimo maschio e non è mai riuscito ad avere della prole con le due femmine presenti in riserva.

La morte dell’ultimo maschio di rinoceronte bianco settentrionale, anche se avvenuta a seguito dell’aggravarsi delle sue condizioni di salute che ne hanno reso necessaria la soppressione, fa pensare a quanto possa essere dannosa la spietata pratica del bracconaggio, che avrebbe ridotto questa sottospecie dal “prezioso corno” a rischio estinzione.

La sottospecie del rinoceronte bianco del nord è a rischio estinzione, anche se sono stati prelevati dei campioni del suo sperma per tentare di giocarsi la carta dell’inseminazione artificiale sulle due femmine presenti in riserva.

Purtroppo il bracconaggio è spietato in quanto violando ogni norma vigente rischia di far scomparire varie specie che valgono tanto in termini economici perché possiedono corni o zanne con il loro avorio valgono più dell’oro.

Share this post:

Recent Posts

Leave a Comment